Prossime iniziative

LA JACOPO PER I 70 anni dell’acquisizione della Rocca a Patrimonio pubblico  1948  --2018

Il  Patrimonio sull’uscio di casa

In Rocca è aperta, sino a novembre prossimo, la mostra  “Rocca Sanvitale 1948 – 2018 : atti, progetti, protagonisti” nell’ambito dell’anno europeo del Patrimonio culturale e dell’attenzione che la Regione ha promosso ai beni culturali in questo anno speciale.

L’Associazione culturale Jacopo Sanvitale partecipa a queste celebrazioni con l’adesione a due dibattiti /convegni  nell’ambito del tradizionale

 

AUTUNNO DELLA JACOPO

Il 22 settembre 2018 alle ore 16,30 in Rocca conferenza/ dibattito  dal titolo “ Fontanellato, la Rocca, un castello e il suo borgo”. E’ una occasione specialissima nella quale si incontrano diversi sguardi  

puntati su castello e borgo. Allo sguardo del cittadino che passa quotidianamente di fronte a questo bene e lo sente sull’uscio di casa - M. Calidoni e C. Ferrari ne parleranno per gli studi che hanno fatto ma soprattutto come cittadini-  è abbinato lo sguardo esperto  di chi è stato chiamato ad intervenire per mantenere e restaurare il monumento o lo legge nel contesto della identità di un territorio - l’ architetto A. Gardoni e l’architetto del Fabbro del gruppo di ricerca IUAV -.

 

Il  14 ottobre 2018 “ La percezione del Patrimonio nel terzo millennio  a Fontanellato”  -Sala Merli ore 10,30- prosegue idealmente il discorso partendo da una domanda solo apparentemente banale . La Rocca è divenuta patrimonio pubblico, da  quel momento come è cambiata la percezione e il senso di questo luogo monumentale  tra gli abitanti del paese che insieme ai turisti vivono quotidianamente questo spazio, cuore pulsante della comunità che vi si stringe attorno anche fisicamente con la struttura urbana?

L’Associazione ha svolto un’indagine presso la totalità degli alunni della scuola media su questo tema e i risultati saranno presentati in questa occasione

 

SOCI e simpatizzanti sono invitati a partecipare anche  per il patrimonio di memoria collettiva che si è accumulata a partire dalla nascita dell’Associazione quando appunto la Rocca cominciava ad essere familiare per tutti i cittadini.